Differences between revisions 2 and 14 (spanning 12 versions)
Revision 2 as of 2007-02-05 23:00:51
Size: 2211
Editor: anonymous
Comment:
Revision 14 as of 2008-06-26 10:02:12
Size: 7554
Editor: anonymous
Comment: converted to 1.6 markup
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 3: Line 3:
||<tablestyle="background-color: #00FF00; align: right">[:rorinterattiva: Home page Ror interattiva]|| ||<tablestyle="background-color: #00FF00; align: right">[[rorinterattiva| Home page Ror interattiva]]||
Line 8: Line 8:
[[Anchor(temi)]] <<Anchor(temi)>>
Line 15: Line 15:
mercoledi' assemblea psicologia (mattina) mercoledi' assemblea psicologia (pomeriggio)
Line 22: Line 22:

Il governo da' il via libera al disegno di legge Bindi-Pollastrini sulle coppie di fatto. DICO (diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi) il nome dell'istituto previsto, un accordo al ribasso che cerca di accontentare le diverse anime della maggioranza di centro-sinistra, ma che nei fatti scontenta un po' tutt*.

Nella proposta si prevede una dichiarazione contestuale di convivenza fatta agli uffici dell'anagrafe, concessa anche a coppie dello stesso sesso (preclusa invece a parenti diretti, chi e' indagat@ per omicidio del coniuge altrui e chi e' legat@ da contratto di lavoro che comporti convivenza).

Le possibilità di visita in ospedale/clinica per i soggetti conviventi sono stabilite dall'ospedale stesso. In caso di malattia grave o morte un@ convivente puo' rappresentare l'altr@. Per il permesso di soggiorno si rientra nella categoria di quello concesso per convivenza. Si disciplina inoltre sull'assegnazione di alloggi di edilizia pubblica, sulla successione nei contratti di affitto della casa, sui trasferimenti di lavoro, pensioni, eredità, alimenti.

Il ddl scontenta chi voleva forme piu' simili al matrimonio (e puntava a una dichiarazione congiunta) e non delinea particolari cambiamenti per chi si batte sul terreno dei diritti. Sotto molti vincoli e restrizioni si estendono i diritti legati alla convivenza.

Il Vaticano con teo-con e teo-dem come preannunciato ha manifestato la sua avversita' (a questa come a qualsiasi altra proposta che preveda di riconoscere le convivenze omosessuali).

L'approvazione a livello di consiglio dei ministri del ddl garantisce peraltro ben poco su tempi di approvazione e iter del provvedimento (modifiche del testo).

corteo con partecipazione bassa per il maltempo e l'opera di censura totale che i media hanno avuto nell'ultima settimana nei confronti del corteo, rispecchiata dall'assenza in piazza di qualsiasi formazione politica istituzionale (in ordine sparso solo qualche rosanelpugno e rifondazione).


'''Afghanistan'''

Polemiche di Palazzo sulla lettera di 6 ambasciatori di paesi Nato all'Italia per mantenere l'impegno militare in Afghanistan. Appare del tutto strumentale a far rientrare le pretese di strappo della sinistra governativa che infatti si adegua alla decisione di far restare i soldati in Afghanistan (se ne riparla nel 2011 per un'eventuale exit strategy) con il contentino della Conferenza Internazionale chissaquando.

'''Palestina'''

Sotto l'ala protettiva dell'Arabia Saudita (sic!) accordo per il governo di unita' nazionale palestinese tra Hamas e Fatah (al primo rimangono il capo del governo hanyeh, la sicurezza (concordato con fatah), l'istruzione, al secondo vanno finanze e diplomazia).

Hamas riconosce i precedenti accordi raggiunti dall'ANP (e prima dall'Olp). E' questo il compromesso con cui si ottiene da Hamas il riconoscimento implicito di Israele pur non procedendo a una dichiarazione esplicita di riconoscimento.

Israele interviene pesantemente a Gerusalemme con il controllo della spianata delle moschee. Opposizione da parte del sindaco israeliano della citta'.


'''Portogallo'''

Domenica 11 febbraio si vota il referendum per la depenalizzazione dell'aborto. Fino ad oggi, aborto consentito solo in caso di pericolo per la vita della madre o in caso di stupro. Un precedente referendum, del 1998, aveva visto la vittoria degli antibortisti. Quattro anni fa, il governo portoghese aveva condannato una nave danese (di un'associazione femminista) che faceva praticare l'interruzione volontaria di gravidanza fuori dalle acque territoriali portoghesi.

la partecipazione al voto non raggiunge il 50% (la chiesa veva invitato a non recarsi alle urne) attestandosi al 40% con una prevalenza netta (60%) tra i votanti a favore della depenalizzazione dell'aborto. Proprio per questo, nonostante il formale fallimento del referendum per mancato raggiungimento del quorum, il governo portoghese ha annunciato che procedera' lo stesso verso la depenalizzazione.

Referendum non ha raggiunto il quorum ma tra i votanti ha vinto il sì. Il governo portoghese si è impegnato a tenere conto del risultato ottenuto dai movimenti a favore della depenalizzazione dell'aborto. Ora inizierà iter legis in Parlamento per la modifica del codice penale e per creare una nuova legge sull'aborto.

Per info (in lingua)

naoteprives.blogspot.com (associazione contro l'omofobia)

www.emmovimentopelosim.org (movimento creato per il sì all'aborto)

www.umarfeminismos.org

Line 94: Line 140:
Apre - kry Apre - marco
Line 97: Line 143:


---- /!\ '''Edit conflict - other version:''' ----
risultati referendum portogallo sulla depenalizzazione dell'aborto. registrazione di una attivista femminista portoghese.
breve riflessione sulla questione delle foibe, collegamento con attivista che si è occupato del cpt di gradisca su valutazioni in merito alle dichiarazioni del PdR italiano e del PdR croato Mesic.

---- /!\ '''Edit conflict - your version:''' ----
risultati referendum portogallo sulla depenalizzazione dell'aborto. registrazione di una attivista femminista portoghese.
breve riflessione sulla questione delle foibe, collegamento con attivista che si è occupato del cpt di gradisca su valutazioni in merito alle dichiarazioni del PdR italiano e del PdR croato Mesic.

---- /!\ '''End of edit conflict''' ----
Line 107: Line 164:
[[Anchor(report)]] <<Anchor(report)>>

Home page Ror interattiva

Palinsesto settimanale dal 7 AL 13 FEBBRAIO 2007

Temi della settimana:

No VAT - Facciamobreccia

mercoledi' assemblea psicologia (pomeriggio)

mercoledi' (pomeriggio) assemblea Galilei sulla scuola-religione

giovedi' conferenza stampa facciamo breccia

sabato corteo (diretta ciccio e margherita, alla fine streaming da strike)

Il governo da' il via libera al disegno di legge Bindi-Pollastrini sulle coppie di fatto. DICO (diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi) il nome dell'istituto previsto, un accordo al ribasso che cerca di accontentare le diverse anime della maggioranza di centro-sinistra, ma che nei fatti scontenta un po' tutt*.

Nella proposta si prevede una dichiarazione contestuale di convivenza fatta agli uffici dell'anagrafe, concessa anche a coppie dello stesso sesso (preclusa invece a parenti diretti, chi e' indagat@ per omicidio del coniuge altrui e chi e' legat@ da contratto di lavoro che comporti convivenza).

Le possibilità di visita in ospedale/clinica per i soggetti conviventi sono stabilite dall'ospedale stesso. In caso di malattia grave o morte un@ convivente puo' rappresentare l'altr@. Per il permesso di soggiorno si rientra nella categoria di quello concesso per convivenza. Si disciplina inoltre sull'assegnazione di alloggi di edilizia pubblica, sulla successione nei contratti di affitto della casa, sui trasferimenti di lavoro, pensioni, eredità, alimenti.

Il ddl scontenta chi voleva forme piu' simili al matrimonio (e puntava a una dichiarazione congiunta) e non delinea particolari cambiamenti per chi si batte sul terreno dei diritti. Sotto molti vincoli e restrizioni si estendono i diritti legati alla convivenza.

Il Vaticano con teo-con e teo-dem come preannunciato ha manifestato la sua avversita' (a questa come a qualsiasi altra proposta che preveda di riconoscere le convivenze omosessuali).

L'approvazione a livello di consiglio dei ministri del ddl garantisce peraltro ben poco su tempi di approvazione e iter del provvedimento (modifiche del testo).

corteo con partecipazione bassa per il maltempo e l'opera di censura totale che i media hanno avuto nell'ultima settimana nei confronti del corteo, rispecchiata dall'assenza in piazza di qualsiasi formazione politica istituzionale (in ordine sparso solo qualche rosanelpugno e rifondazione).

Afghanistan

Polemiche di Palazzo sulla lettera di 6 ambasciatori di paesi Nato all'Italia per mantenere l'impegno militare in Afghanistan. Appare del tutto strumentale a far rientrare le pretese di strappo della sinistra governativa che infatti si adegua alla decisione di far restare i soldati in Afghanistan (se ne riparla nel 2011 per un'eventuale exit strategy) con il contentino della Conferenza Internazionale chissaquando.

Palestina

Sotto l'ala protettiva dell'Arabia Saudita (sic!) accordo per il governo di unita' nazionale palestinese tra Hamas e Fatah (al primo rimangono il capo del governo hanyeh, la sicurezza (concordato con fatah), l'istruzione, al secondo vanno finanze e diplomazia).

Hamas riconosce i precedenti accordi raggiunti dall'ANP (e prima dall'Olp). E' questo il compromesso con cui si ottiene da Hamas il riconoscimento implicito di Israele pur non procedendo a una dichiarazione esplicita di riconoscimento.

Israele interviene pesantemente a Gerusalemme con il controllo della spianata delle moschee. Opposizione da parte del sindaco israeliano della citta'.

Portogallo

Domenica 11 febbraio si vota il referendum per la depenalizzazione dell'aborto. Fino ad oggi, aborto consentito solo in caso di pericolo per la vita della madre o in caso di stupro. Un precedente referendum, del 1998, aveva visto la vittoria degli antibortisti. Quattro anni fa, il governo portoghese aveva condannato una nave danese (di un'associazione femminista) che faceva praticare l'interruzione volontaria di gravidanza fuori dalle acque territoriali portoghesi.

la partecipazione al voto non raggiunge il 50% (la chiesa veva invitato a non recarsi alle urne) attestandosi al 40% con una prevalenza netta (60%) tra i votanti a favore della depenalizzazione dell'aborto. Proprio per questo, nonostante il formale fallimento del referendum per mancato raggiungimento del quorum, il governo portoghese ha annunciato che procedera' lo stesso verso la depenalizzazione.

Referendum non ha raggiunto il quorum ma tra i votanti ha vinto il sì. Il governo portoghese si è impegnato a tenere conto del risultato ottenuto dai movimenti a favore della depenalizzazione dell'aborto. Ora inizierà iter legis in Parlamento per la modifica del codice penale e per creare una nuova legge sull'aborto.

Per info (in lingua)

naoteprives.blogspot.com (associazione contro l'omofobia)

www.emmovimentopelosim.org (movimento creato per il sì all'aborto)

www.umarfeminismos.org


Mercoledì 7/2

Apre

10.30 Salvatore. Parole Contro

11,30 Salvatore. Redazionale

Pomeriggio

19.30 nome. gr


Giovedì 8/2

Apre -

10.00 Redazionale

11.30 Federico. Visionari

Uscite della settimana

Suggerimenti sui film in sala

In TV

Pomeriggio

19.30 kry. gr


Venerdì 9/2

Aprono - fabs e Valerio

10.30 Margherita. Rom a Roma

11.30 Marco. Redazionale

pomeriggio

19.30 nome. gr


Sabato 10/2

Apre - Salvo

11.30 Salvo. Redazionale

Pomeriggio


Domenica 11/2


Lunedì 12/2

Apre - Marco

10.30 Salvo. Punto sulla situazione internazionale

11.30 Marco. Redazionale

pomeriggio

19.30 Giangi. gr


Martedì 13/2

Apre - marco

10.30


/!\ Edit conflict - other version:


risultati referendum portogallo sulla depenalizzazione dell'aborto. registrazione di una attivista femminista portoghese. breve riflessione sulla questione delle foibe, collegamento con attivista che si è occupato del cpt di gradisca su valutazioni in merito alle dichiarazioni del PdR italiano e del PdR croato Mesic.


/!\ Edit conflict - your version:


risultati referendum portogallo sulla depenalizzazione dell'aborto. registrazione di una attivista femminista portoghese. breve riflessione sulla questione delle foibe, collegamento con attivista che si è occupato del cpt di gradisca su valutazioni in merito alle dichiarazioni del PdR italiano e del PdR croato Mesic.


/!\ End of edit conflict


11.30

Pomeriggio.

17.30

18.20


REPORT REDAZIONALI

Report della riunione di redazione

Report dei turni redazionali

Palirorda070207a070213 (last edited 2008-06-26 10:02:12 by anonymous)