Differences between revisions 1 and 3 (spanning 2 versions)
Revision 1 as of 2007-06-11 07:55:39
Size: 1135
Editor: anonymous
Comment:
Revision 3 as of 2008-06-26 09:54:50
Size: 9803
Editor: anonymous
Comment: converted to 1.6 markup
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 1: Line 1:
[[Anchor(top)]] <<Anchor(top)>>
Line 3: Line 3:
||<tablestyle="background-color: #00FF00; align: right">[:rorinterattiva: Home page Ror interattiva]||<style="background-color: #CCCCCC; align: right">[#appunti Appunti e note redazionali]||<style="background-color: #FF0000; align: right">[:RorFonti: Fonti]|| ||<tablestyle="background-color: #00FF00; align: right">[[rorinterattiva| Home page Ror interattiva]]||<style="background-color: #CCCCCC; align: right">[[#appunti|Appunti e note redazionali]]||<style="background-color: #FF0000; align: right">[[RorFonti| Fonti]]||
Line 19: Line 19:
'''Rifiuti, Fini: colpe politica'''

Fini incalza: l'emergenza rifiuti in Campania e' il prezzo pagato dai cittadini per l'incapacita' degli amministratori locali. Il leader di An esprime poi solidarieta' a Bertolaso: 'e' un funzionario dello Stato nel senso nobile del termine. Ma qui ci sono Amministrazioni che non si schierano o che cavalcano la protesta'. 'Per Bassolino ed il centrosinistra in Campania - ha detto ancora il leader di An - si e' ormai chiuso un ciclo'.
Line 25: Line 29:
'''GAZA: CROCE ROSSA, CENTINAIA DI MORTI E FERITI IN UNA SETTIMANA DI SCONTRI'''

Almeno 116 morti e 550 feriti: è questo il bilancio di una settimana di combattimenti tra i miliziani di Hamas e i guerriglieri di al-Fatah nella Striscia di Gaza diffuso oggi dal Comitato internazionale della Croce rossa (Cicr) “secondo le stime fornite dagli ospedali e dai servizi d’emergenza il 15 giugno”. Secondo Eileen Daly, la coordinatrice medica del Cicr per la Cisgiordania e Gaza, “gli ospedali funzionano con l’eccezione di Beit Hanoun e Al Quds nella città di Gaza, ma le loro risorse sono sfruttate oltre limite per via del gran numero di pazienti feriti nei combattimenti della settimana e della stanchezza del personale ospedaliero che lavora senza tregua. Le sale operatorie sono sommerse dai feriti e alcuni ospedali non hanno sufficienti scorte di sangue”. Sebbene vi siano sporadiche sparatorie e “tutti i punti d’accesso verso la Striscia di Gaza siano chiusi”, è tornata una relativa calma nella città tanto che, si legge nel comunicato del Cicr, “automobili e pedoni sono tornati a circolare per le strade e alcuni negozi sono stati riaperti” e il personale locale e estero del Cicr “è di nuovo in grado di muoversi entro la città di Gaza”. Ricordando che l’attuale principale preoccupazione è legata alla “capacità delle strutture mediche di curare i feriti”, la Cicr ha infine esortato entrambe le parti a “risparmiare da atti di violenza le strutture mediche, i pazienti e il personale”.

'''L’‘AGENTE ORANGE’ PUÒ ANCORA COLPIRE, SCOPERTO SITO ALTAMENTE TOSSICO'''

A oltre trent'anni dalla fine della guerra del Vietnam (1964-1975), straordinari livelli del micidiale ‘Agente Orange’, usato come esfoliante dalle truppe americane contro i Viet Cong nascosti nella giungla, sono stati rinvenuti in una ex-base aerea statunitense a Danang da ricercatori canadesi. Thomas Boivin, lo scienziato che ha condotto i test per conto dell’azienda Hatfield consultants of Canada, ha detto di aver individuato quantità di diossina, il composto chimico altamente tossico contenuto nell’esfoliante, 300 o 400 volte superiori rispetto ai limiti accettati a livello internazionale. A suo parere, se le stesse dosi fossero state rinvenute in località statunitensi o canadesi, sarebbero stata effettuata un’immediata operazione di decontaminazione. Attualmente la presenza di diossina, sostiene l’esperto, non costituisce una concreta minaccia per la maggioranza degli abitanti di Danang, circa un milione, ma appositi esami del sangue ne hanno riscontrato un’elevata percentuale in diverse decine di persone che sono solite pescare o svolgere attività agricole lungo le sponde di un lago contaminato; inoltre i test hanno confermato che l’elemento chimico si è infiltrato nelle fogne della città e può colpire indirettamente circa 100.000 persone.

'''OAXACA: UN ANNO DOPO REPRESSIONE, MIGLIAIA DI NUOVO IN PIAZZA'''

Decine di migliaia di insegnanti ed esponenti della società civile sono tornati a marciare per le strade di Oaxaca, capoluogo dell’omonimo stato meridionale messicano, chiedendo le dimissioni del governatore Ulises Ruiz a un anno dalla violenta repressione delle proteste dei docenti, protrattesi da maggio a ottobre 2006. “In 50.000 siamo scesi in piazza per esigere la rinuncia di Ruiz e la liberazione di oltre dieci detenuti politici” - tra cui Flavio Sosa, dirigente della 'Asamblea Popular de los Pueblos de Oaxaca’ (Appo) – ha detto il capo del sindacato degli insegnanti Ezequiel Rosales. Il corteo è partito dall’aeroporto per concentrarsi nello Zócalo, la piazza principale di Oaxaca; nel perimetro cittadino i dimostranti hanno eretto otto barricate ‘simboliche’ in ognuno dei luoghi dove rimasero uccisi esponenti della Appo, che riunisce oltre 50 organizzazioni sociali, unitesi alla mobilitazione dei docenti. Ruiz è accusato di accusato di essere stato eletto irregolarmente e di servirsi della Polizia federale preventiva (Pfp) come una sua guardia privata. Secondo le organizzazioni a difesa dei diritti umani durante la massiccia repressione delle proteste dello scorso anno da parte degli agenti sono stati commessi gravissimi abusi da parte di agenti e militari contro i dimostranti, tra cui esecuzioni extragiudiziarie, violenze sessuali, restrizioni della libertà individuale e di espressione e minacce.

'''Usa: condannato ex membro del Kkk'''

Un ex membro del Ku Klux Klan e' stato condannato negli Usa in relazione all'omicidio di due adolescenti di colore, avvenuto nel 1964. Lo riferisce il sito internet della Bbc. James Seale, ex manovale e poliziotto di 71 anni, e' stato riconosciuto colpevole di rapimento e cospirazione, ma rischia l'ergastolo se sara' riconosciuto colpevole anche della morte di Eddie Moore ed Henry Hezekiah Dee. La sentenza del tribunale di Jackson, in Mississippi, e' prevista per agosto.
Line 26: Line 46:

'''STOP ALLE TRIVELLAZIONI IN PARTE DELLA VAL DI NOTO'''

La società di ricerche petrolifere Panter ha comunicato oggi alla Regione siciliana di rinunciare a tutti i permessi di trivellazione in tutto il territorio della città di Noto. Lo ha comunicato a sorpresa il governatore della Sicilia Totò Cuffaro, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi sulla fine della ricostruzione della cattedrale barocca di Noto, che sarà inaugurata lunedì dal presidente Prodi.
La società texana Panther Oil ha comunicato al Corpo siciliano delle miniere che rinuncia alle trivellazioni in un'area di 86 chilometri quadri del Val di Noto, su una superficie complessiva destinata alle ricerche petrolifere di 746 chilometri quadri. L'area risparmiate alle trivellazioni è quella sottoposta alla tutela dell'Unesco e alcune zone cuscinetto.
   Da quanto si apprende i comuni interessati ai "tagli" sono Noto (21 chilometri quadri), Ragusa (17), Modica (9), Scicli (1), Caltagirone (23) e Palazzolo Acreide (un chilometro quadro).
   Nel resto del territorio le trivellazioni andranno avanti. La Panther Oil ha ricevuto nel 2004 dalla Regione siciliana le concessioni per la ricerca. Nei giorni scorsi lo scrittore Andrea Camilleri aveva lanciato un appello, con un intervento su Repubblica, affinché le concessioni fossero ritirate.

'''Assemblea no fly'''

L'Assemblea permanente "No-Fly" comunica che domani, sabato 16 giugno, a partire dalle ore 17.00 saremo presenti in piazza della Pace a Ciampino. Continueremo ad oltranza la mobilitazione al fine di ottenere l'immediata e drastica riduzione dei voli.

Oltre a presentare i preoccupanti nuovi dati di traffico aereo, 6.200 voli nel solo mese di maggio, con una media di 202 voli al giorno, discuteremo pubblicamente sull'ennesima dichiarazione di intenti, prospettata dalla Commissione Aeroportuale. Quest'ultimi, infatti, hanno dichiarato che la tanto sperata diminuzione dei voli è stata ulteriormente posticipata al primo novembre. Data, in cui, il ridimensionamento dell'attuale situazione, dovrebbe riportare il traffico aereo ai livelli di fine 2005, con il 30% in meno di voli. Il protrarsi nel tempo, senza giungere mai ad una soluzione definitiva, significa voler mantenere inalterato lo status quo attuale, a vantaggio esclusivamente dei potentati economici che traggono i loro benefici dall'aeroporto di Ciampino.

Chi si aspettava una diminuzione del traffico aereo già a partire da questa estate, come promesso dal ministro Bianchi lo scorso 20 marzo e chi credeva che il 16 ottobre 2006 i voli sarebbero stati spostati a Fiumicino, è rimasto deluso.

Il 30 giugno organizzeremo un corteo di massa per riportare al centro della discussione i danni provocati dall'aeroporto di Ciampino. E' indubbio che per raggiungere un drastico e immediato ridimensionamento del numero dei voli, nel rispetto totale della fascia notturna, del divieto di sorvolo dei centri abitati, delle scuole e dei parchi, nella verifica delle condizioni di sicurezza presso lo scalo aeroportuale, nella stabilizzazione dei precari e nell'installazione di una rete di monitoraggio su tutto il territorio interessato, ci vogliano fatti e non parole.
Line 52: Line 90:
[[Anchor(appunti)]] <<Anchor(appunti)>>
Line 62: Line 100:
||<tablestyle="background-color: #CCCCCC; align: right">[#top Torna a inizio pagina]|| ||<tablestyle="background-color: #CCCCCC; align: right">[[#top|Torna a inizio pagina]]||

Home page Ror interattiva

Appunti e note redazionali

Fonti

Gr 19:30

Sommario

In primo Piano

Rifiuti, Fini: colpe politica

Fini incalza: l'emergenza rifiuti in Campania e' il prezzo pagato dai cittadini per l'incapacita' degli amministratori locali. Il leader di An esprime poi solidarieta' a Bertolaso: 'e' un funzionario dello Stato nel senso nobile del termine. Ma qui ci sono Amministrazioni che non si schierano o che cavalcano la protesta'. 'Per Bassolino ed il centrosinistra in Campania - ha detto ancora il leader di An - si e' ormai chiuso un ciclo'.

Editoriale

NOTIZIE BREVI

ESTERI

GAZA: CROCE ROSSA, CENTINAIA DI MORTI E FERITI IN UNA SETTIMANA DI SCONTRI

Almeno 116 morti e 550 feriti: è questo il bilancio di una settimana di combattimenti tra i miliziani di Hamas e i guerriglieri di al-Fatah nella Striscia di Gaza diffuso oggi dal Comitato internazionale della Croce rossa (Cicr) “secondo le stime fornite dagli ospedali e dai servizi d’emergenza il 15 giugno”. Secondo Eileen Daly, la coordinatrice medica del Cicr per la Cisgiordania e Gaza, “gli ospedali funzionano con l’eccezione di Beit Hanoun e Al Quds nella città di Gaza, ma le loro risorse sono sfruttate oltre limite per via del gran numero di pazienti feriti nei combattimenti della settimana e della stanchezza del personale ospedaliero che lavora senza tregua. Le sale operatorie sono sommerse dai feriti e alcuni ospedali non hanno sufficienti scorte di sangue”. Sebbene vi siano sporadiche sparatorie e “tutti i punti d’accesso verso la Striscia di Gaza siano chiusi”, è tornata una relativa calma nella città tanto che, si legge nel comunicato del Cicr, “automobili e pedoni sono tornati a circolare per le strade e alcuni negozi sono stati riaperti” e il personale locale e estero del Cicr “è di nuovo in grado di muoversi entro la città di Gaza”. Ricordando che l’attuale principale preoccupazione è legata alla “capacità delle strutture mediche di curare i feriti”, la Cicr ha infine esortato entrambe le parti a “risparmiare da atti di violenza le strutture mediche, i pazienti e il personale”.

L’‘AGENTE ORANGE’ PUÒ ANCORA COLPIRE, SCOPERTO SITO ALTAMENTE TOSSICO

A oltre trent'anni dalla fine della guerra del Vietnam (1964-1975), straordinari livelli del micidiale ‘Agente Orange’, usato come esfoliante dalle truppe americane contro i Viet Cong nascosti nella giungla, sono stati rinvenuti in una ex-base aerea statunitense a Danang da ricercatori canadesi. Thomas Boivin, lo scienziato che ha condotto i test per conto dell’azienda Hatfield consultants of Canada, ha detto di aver individuato quantità di diossina, il composto chimico altamente tossico contenuto nell’esfoliante, 300 o 400 volte superiori rispetto ai limiti accettati a livello internazionale. A suo parere, se le stesse dosi fossero state rinvenute in località statunitensi o canadesi, sarebbero stata effettuata un’immediata operazione di decontaminazione. Attualmente la presenza di diossina, sostiene l’esperto, non costituisce una concreta minaccia per la maggioranza degli abitanti di Danang, circa un milione, ma appositi esami del sangue ne hanno riscontrato un’elevata percentuale in diverse decine di persone che sono solite pescare o svolgere attività agricole lungo le sponde di un lago contaminato; inoltre i test hanno confermato che l’elemento chimico si è infiltrato nelle fogne della città e può colpire indirettamente circa 100.000 persone.

OAXACA: UN ANNO DOPO REPRESSIONE, MIGLIAIA DI NUOVO IN PIAZZA

Decine di migliaia di insegnanti ed esponenti della società civile sono tornati a marciare per le strade di Oaxaca, capoluogo dell’omonimo stato meridionale messicano, chiedendo le dimissioni del governatore Ulises Ruiz a un anno dalla violenta repressione delle proteste dei docenti, protrattesi da maggio a ottobre 2006. “In 50.000 siamo scesi in piazza per esigere la rinuncia di Ruiz e la liberazione di oltre dieci detenuti politici” - tra cui Flavio Sosa, dirigente della 'Asamblea Popular de los Pueblos de Oaxaca’ (Appo) – ha detto il capo del sindacato degli insegnanti Ezequiel Rosales. Il corteo è partito dall’aeroporto per concentrarsi nello Zócalo, la piazza principale di Oaxaca; nel perimetro cittadino i dimostranti hanno eretto otto barricate ‘simboliche’ in ognuno dei luoghi dove rimasero uccisi esponenti della Appo, che riunisce oltre 50 organizzazioni sociali, unitesi alla mobilitazione dei docenti. Ruiz è accusato di accusato di essere stato eletto irregolarmente e di servirsi della Polizia federale preventiva (Pfp) come una sua guardia privata. Secondo le organizzazioni a difesa dei diritti umani durante la massiccia repressione delle proteste dello scorso anno da parte degli agenti sono stati commessi gravissimi abusi da parte di agenti e militari contro i dimostranti, tra cui esecuzioni extragiudiziarie, violenze sessuali, restrizioni della libertà individuale e di espressione e minacce.

Usa: condannato ex membro del Kkk

Un ex membro del Ku Klux Klan e' stato condannato negli Usa in relazione all'omicidio di due adolescenti di colore, avvenuto nel 1964. Lo riferisce il sito internet della Bbc. James Seale, ex manovale e poliziotto di 71 anni, e' stato riconosciuto colpevole di rapimento e cospirazione, ma rischia l'ergastolo se sara' riconosciuto colpevole anche della morte di Eddie Moore ed Henry Hezekiah Dee. La sentenza del tribunale di Jackson, in Mississippi, e' prevista per agosto.

ITALIA

STOP ALLE TRIVELLAZIONI IN PARTE DELLA VAL DI NOTO

La società di ricerche petrolifere Panter ha comunicato oggi alla Regione siciliana di rinunciare a tutti i permessi di trivellazione in tutto il territorio della città di Noto. Lo ha comunicato a sorpresa il governatore della Sicilia Totò Cuffaro, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi sulla fine della ricostruzione della cattedrale barocca di Noto, che sarà inaugurata lunedì dal presidente Prodi. La società texana Panther Oil ha comunicato al Corpo siciliano delle miniere che rinuncia alle trivellazioni in un'area di 86 chilometri quadri del Val di Noto, su una superficie complessiva destinata alle ricerche petrolifere di 746 chilometri quadri. L'area risparmiate alle trivellazioni è quella sottoposta alla tutela dell'Unesco e alcune zone cuscinetto.

  • Da quanto si apprende i comuni interessati ai "tagli" sono Noto (21 chilometri quadri), Ragusa (17), Modica (9), Scicli (1), Caltagirone (23) e Palazzolo Acreide (un chilometro quadro). Nel resto del territorio le trivellazioni andranno avanti. La Panther Oil ha ricevuto nel 2004 dalla Regione siciliana le concessioni per la ricerca. Nei giorni scorsi lo scrittore Andrea Camilleri aveva lanciato un appello, con un intervento su Repubblica, affinché le concessioni fossero ritirate.

Assemblea no fly

L'Assemblea permanente "No-Fly" comunica che domani, sabato 16 giugno, a partire dalle ore 17.00 saremo presenti in piazza della Pace a Ciampino. Continueremo ad oltranza la mobilitazione al fine di ottenere l'immediata e drastica riduzione dei voli.

Oltre a presentare i preoccupanti nuovi dati di traffico aereo, 6.200 voli nel solo mese di maggio, con una media di 202 voli al giorno, discuteremo pubblicamente sull'ennesima dichiarazione di intenti, prospettata dalla Commissione Aeroportuale. Quest'ultimi, infatti, hanno dichiarato che la tanto sperata diminuzione dei voli è stata ulteriormente posticipata al primo novembre. Data, in cui, il ridimensionamento dell'attuale situazione, dovrebbe riportare il traffico aereo ai livelli di fine 2005, con il 30% in meno di voli. Il protrarsi nel tempo, senza giungere mai ad una soluzione definitiva, significa voler mantenere inalterato lo status quo attuale, a vantaggio esclusivamente dei potentati economici che traggono i loro benefici dall'aeroporto di Ciampino.

Chi si aspettava una diminuzione del traffico aereo già a partire da questa estate, come promesso dal ministro Bianchi lo scorso 20 marzo e chi credeva che il 16 ottobre 2006 i voli sarebbero stati spostati a Fiumicino, è rimasto deluso.

Il 30 giugno organizzeremo un corteo di massa per riportare al centro della discussione i danni provocati dall'aeroporto di Ciampino. E' indubbio che per raggiungere un drastico e immediato ridimensionamento del numero dei voli, nel rispetto totale della fascia notturna, del divieto di sorvolo dei centri abitati, delle scuole e dei parchi, nella verifica delle condizioni di sicurezza presso lo scalo aeroportuale, nella stabilizzazione dei precari e nell'installazione di una rete di monitoraggio su tutto il territorio interessato, ci vogliano fatti e non parole.

Siparietto


Gr 13:00

In primo Piano

NOTIZIE BREVI

ESTERI

ITALIA

Siparietto


Gr 9:30

ESTERI

ITALIA


Appunti e note redazionali

Servizi audio della giornata


Torna a inizio pagina

gror070615 (last edited 2008-06-26 09:54:50 by anonymous)