Differences between revisions 22 and 23
Revision 22 as of 2002-07-18 15:47:17
Size: 39616
Editor: anonymous
Comment: missing edit-log entry for this revision
Revision 23 as of 2002-07-18 16:44:35
Size: 38976
Editor: anonymous
Comment: missing edit-log entry for this revision
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 37: Line 37:
E ancora riguardo all'Argentina. Sempre sul sito di Indi media Italia è presente un articolo di Paco López Bielsa, dove viene descritto come funziona la polizia della provincia di Buenos Aires, la denominata 'Bonaerense', responsabile anche dell'assassinio dei due giovani piqeteros ad Avellaneda, e che viene presentata come un'organizzazione mafiosa. La Bonarense funziona così: 1. Ogni commissariato è un’organizzazione per riscuotere denaro dal gioco clandestino, dalla prostituzione e dal narcotrafico, la protezione a bingo e casinò, ai pirati della strada e quante altre attività delinquenziali venga attuata. 2. Il commissario è la testa dell’organizzazione, mentre il “responsabile della riscossione” è il cosiddetto “ufficiale della strada”. Tutti sanno che il tenore di vita degli alti ufficiali è incompatibile con i loro stipendi, cosa che si vede anche negli uffici dei commissari, dove i il lussuoso arredo e il mobilio stonano con il resto dell’edificio. 3. Gran parte del ricavato si distribuisce mensilmente secondo una scala gerarchica. 4. Con grande sapienza, parte del ricavato si distribuisce internamente per “funzionamento ed azione sociale”, cioè si pagano alcune riparazioni ed il carburante per le macchine, giacché i fondi provinciale non bastano o non arrivano mai; inoltre si assiste al personale più bisognoso mediante anticipi sugli stipendi, rimborso medicinali, materiali scolastici per i figli. In questo modo si garantisce l’omertà, “il silenzio della famiglia della polizia”.


E ancora riguardo all'Argentina. Sempre sul sito di Indi media Italia è presente un articolo di Paco López Bielsa, dove viene descritto come funziona la polizia della provincia di Buenos Aires, la denominata 'Bonaerense', responsabile anche dell'assassinio dei due giovani piqeteros ad Avellaneda, e che viene presentata come un'organizzazione mafiosa. La Bonarense funziona così: 1. Ogni commissariato ha un'organizzazione per riscuotere denaro dal gioco clandestino, dalla prostituzione e dal narcotrafico, la protezione a bingo e casinò, ai pirati della strada e quante altre attività delinquenziali venga attuata. 2. Il commissario è la testa dell'organizzazione, mentre il responsabile della riscossione è il cosiddetto ufficiale della strada. Tutti sanno che il tenore di vita degli alti ufficiali è incompatibile con i loro stipendi, cosa che si vede anche negli uffici dei commissari, dove i il lussuoso arredo e il mobilio stonano con il resto dell'edificio. 3. Gran parte del ricavato si distribuisce mensilmente secondo una scala gerarchica. 4. Con grande sapienza, parte del ricavato si distribuisce internamente per funzionamento ed azione sociale, cioè si pagano alcune riparazioni ed il carburante per le macchine, giacché i fondi provinciale non bastano o non arrivano mai; inoltre si assiste al personale più bisognoso mediante anticipi sugli stipendi, rimborso medicinali, materiali scolastici per i figli. In questo modo si garantisce l'omertà,il silenzio della famiglia della polizia.
Line 61: Line 58:
Oggi a Montecitorio si festeggiano i sei mesi di campagna per la 'Tobin tax' e le 153mila firme raccolte da 212 comitati sorti in tutta Italia. Si tratta di un'iniziativa lanciata dal 'Comitato italiano per la Tobin Tax' - ATTAC, per frenare le operazioni finanziarie internazionali di carattere speculativo, e che dovrebbe andare a vantaggio dello sviluppo sociale soprattutto del Sud del mondo. Dal nome del premio Nobel che la propose, la 'Tobin tax' lanciata per la prima volta nel 1972, ha lo scopo di disincentivare le transazioni finanziarie a breve termine, utilizzate quasi sempre per fini speculativi, attraverso l'applicazione di un'aliquota molto bassa. Nella giornata odierna verranno consegnate le firme a Roma mentre non è ancora cominciata la conferenza stampa che si deve tenere questa mattina a Montecitorio. Da lì ci hanno infatti fatto sapere che stanno aspettando l'arrivo di altri membri di ATTAC provenienti da tutta Italia. Oggi a Montecitorio si festeggiano i sei mesi di campagna per la 'Tobin tax' e le 153mila firme raccolte da 212 comitati sorti in tutta Italia. Si tratta di un'iniziativa lanciata dal 'Comitato italiano per la Tobin Tax' - ATTAC, per frenare le operazioni finanziarie internazionali di carattere speculativo, e che dovrebbe andare a vantaggio dello sviluppo sociale soprattutto del Sud del mondo.

Da Paula: pagina solo aperta la sera del giorno prima, ci lavorerò dalla mattina del 18. Un beso e partecipate!. Da Paula: ci sto lavorando dalle 9.00 anche se qua c'è la rivolta delle macchine! Buongiorno.

Da Nano: mi sono svejato prima per aggiornare il sito di Infoxoa...aggiungo un paio di notizie che mi pare non ci siano..se ci sono...sto in bonafede...se le avete già date sto in bonafede uguale...baci a tutt@ Da Paula: Ciao Nano!Da massimo : Ciao nano bonafede!


Gr ore 19.30

Sommario

Dal Mondo

-Argentina : Ancora minacce agli studenti

-USA :Poliziotto di Ingleewood sospeso dal servizio

Dall'Italia

-Tobin Tax: presentate oggi 153.000 firme Audio

-Inchiesta di Antigone sulle carceri italiane, racconta degli abusi a Genova e non solo.

-UDINE :La Provincia di Udine dice 'si' all'uso terapeutico della canapa indiana


MONDO

Argentina

Sembra che i secundarios (studenti della secondaria, liceo, ndr) siano al centro di nuove minacce e persecuzioni, che si vanno a sommare ai casi di Moreno e Falcone, per le lotte che gli studenti stanno portando avanti. Due studentesse della scuola Normal 3, che partecipano alla formazione del Centro de Estudiantes e della Zonal di SanTelmo, sono state minacciate telefonicamente. Un altro studentede che pure partecipa al collettivo del centro, è stato bloccato per la strada da due individui, che, dopo averlo chiuso, lo hanno minacciato ricordandogli minacciosamente le torture degli anni 70, durante la feroce dittatura,

E ancora riguardo all'Argentina. Sempre sul sito di Indi media Italia è presente un articolo di Paco López Bielsa, dove viene descritto come funziona la polizia della provincia di Buenos Aires, la denominata 'Bonaerense', responsabile anche dell'assassinio dei due giovani piqeteros ad Avellaneda, e che viene presentata come un'organizzazione mafiosa. La Bonarense funziona così: 1. Ogni commissariato ha un'organizzazione per riscuotere denaro dal gioco clandestino, dalla prostituzione e dal narcotrafico, la protezione a bingo e casinò, ai pirati della strada e quante altre attività delinquenziali venga attuata. 2. Il commissario è la testa dell'organizzazione, mentre il responsabile della riscossione è il cosiddetto ufficiale della strada. Tutti sanno che il tenore di vita degli alti ufficiali è incompatibile con i loro stipendi, cosa che si vede anche negli uffici dei commissari, dove i il lussuoso arredo e il mobilio stonano con il resto dell'edificio. 3. Gran parte del ricavato si distribuisce mensilmente secondo una scala gerarchica. 4. Con grande sapienza, parte del ricavato si distribuisce internamente per funzionamento ed azione sociale, cioè si pagano alcune riparazioni ed il carburante per le macchine, giacché i fondi provinciale non bastano o non arrivano mai; inoltre si assiste al personale più bisognoso mediante anticipi sugli stipendi, rimborso medicinali, materiali scolastici per i figli. In questo modo si garantisce l'omertà,il silenzio della famiglia della polizia.

USA

Jeremy Morse, il poliziotto di Ingleewood incriminato per violenza dopo il pestaggio operato su un sedicenne di colore, è stato sospeso dal servizio. Morse si consegnerà oggi al tribunale per affrontare l'accusa di aggressione, aggravata dalla sua qualità di tutore dell'ordine, secondo quanto ha detto il suo avvocato John D. Barnett. Il 7 luglio scorso l'agente, arrestando il sedicenne Donovan Jackson, lo sottopose a un vero e proprio pestaggio, sbattendolo più volte contro l'auto della polizia e colpendolo ripetutamente alla testa. Il video dell'episodio è stato tramesso più volte da tutte le televisioni americane.

OGM

Ricercatori scientifici inglesi, scrive il Guardian di oggi, hanno dimostrato per la prima volta che organismi geneticamente modificati provenienti dalle coltivazioni, stanno trovando una strade verso l'intestino umano attraverso i batteri, ponendo seri problemi di salute. Fino ad oggi, sebbene non fosse stato dimostrato che gli OGM ponessero problemi di salute, in molte delle sementi geneticamente modificate erano stati immessi geni trattati con antibiotici, almeno al primo stadio del loro svilupppo. La ricerca condotta dall'università di Newcastle, richiesta dalla FSA (food standards agency) è la prima condotta sugli OGM con cavie umane. I suoi risultati sono stati definiti dalla FSA "insignificanti", mentre gli Amici della Terrra hanno parlato di "risultati esplosivi". E Vandana Shiva, presente in questi giorni in Italia , sferra un duro attacco alle biotecnologie applicate all'agricoltura e alle grandi concentrazioni private che le utilizzano.Per avere del buon cibo non servono l'ingegneria genetica e gli Organismi geneticamente modificati ma piuttosto i consigli e le ricette delle nostre antenate. La Scienziata e filosofa, è fondatrice di istituti di ricerca e movimenti che in India si battono a fianco degli agricoltori e le comunita' locali contro la 'nuova colonizzazione' delle industrie del biotech alimentare. Vandana Shiva ha sostenuto con forza la scelta di un ritorno all'armonia nell'agricoltura e nella societa': I semi mutanti - ha detto - producono culture mutanti che generano violenze e guerre. La Shiva ha illustrato gli effetti delle moderne tecnologie sull'agricoltura del suo Paese: I nuovi semi creano l'illusione di risolvere il problema della fame. E invece non lo risolvono ma la creano, perch e' costringono molti piccoli agricoltori a indebitarsi per acquistarli.

ITALIA

TOBIN TAX

Oggi a Montecitorio si festeggiano i sei mesi di campagna per la 'Tobin tax' e le 153mila firme raccolte da 212 comitati sorti in tutta Italia. Si tratta di un'iniziativa lanciata dal 'Comitato italiano per la Tobin Tax' - ATTAC, per frenare le operazioni finanziarie internazionali di carattere speculativo, e che dovrebbe andare a vantaggio dello sviluppo sociale soprattutto del Sud del mondo.

GENOVA

Non solo Genova, ma anche Bari, Pistoia, Roma e altre citta'. Anche se, alle violenze subite a Genova dai ragazzi fermati durante il G8, ovviamente, e' dedicato il paragrafo piu' lungo. Si tratta del capitolo sulle violenze che sarebbero state commesse in questure, commissariati e caserme dei carabinieri, dell'Inchiesta di Antigone sulle carceri italiane, presentata nei giorni scorsi. Un capitolo che parte proprio da Genova, ricordando come, durante il G8 le forze dell'ordine siano state accusate "con ampia documentazione dei media, di pestaggi, violenze, brutalita' nei confronti dei manifestanti sia durante lo svolgimento del corteo sia durante la perquisizione straordinaria nella scuola dove risiedevano gruppi di manifestanti". Dalle inchieste della procura all'intervento di Amnesty. Concluso il G8, spiega il dossier, "la procura di Genova ha aperto 8 inchieste. Sono stati coinvolti anche diversi funzionari di Polizia. E' stato sciolto il reparto celere di Roma coinvolto nei fatti. Antigone si e' rivolta al Comitato europeo per la prevenzione della tortura. Amnesty Internacional ha chiesto una commissione internazionale indipendente che indaghi sui fatti". Nel dossier altri casi avvenuti in Italia. Non c'e' solo Genova pero' nell'inchiesta di Antigone: il dossier parla, ad esempio, del caso di un uomo di 38 anni, morto il 16 agosto del 2000 dopo un volo di 15 metri da una finestra del quinto piano della questura di Bari, "passando attraverso tre inferriate orizzontali e tre verticali". Una morte archiviata come suicidio. E poi ancora a Matera: un ragazzo fermato in centro da una pattuglia della polizia mentre, ubriaco, infastidisce i passanti. Venti minuti dopo, per il dossier, "e' ricoverato all'ospedale cittadino: gli viene diagnosticata la frattura del setto nasale. Muore il giorno dopo per trauma cranico ed emorragia cerebrale". Viene aperta un'inchiesta e l'ispettore finito sotto accusa, dopo aver scelto il rito abbreviato, e' condannato in primo grado a 5 anni e 4 mesi di reclusione per omicidio preterintenzionale, interdizione perpetua dai pubblici servizi e un risarcimento di 250 milioni di danni ai familiari. C'e' poi il caso di Pistoia, dove tre agenti della Polizia, nel marzo del 2001, sono stati arrestati "per aver pestato in questura cinque ragazzi a seguito di controlli di routine. L'accusa e' lesioni gravi, falso e calunnia". E Roma, dove nel marzo del 2001 e' stato rinviato a giudizio, con l'accusa di eccesso colposo di legittima difesa, il poliziotto "che ha ucciso un giovane marocchino durante un inseguimento"; nello stesso mese tre carabinieri vengono indagati per la morte di un giovane marocchino "trovato morto con il cranio sfondato lungo l'autostrada Roma-Civitavecchia"; nel maggio dello stesso anno due agenti vengono rinviati a giudizio "per aver usato violenza nei confronti di un giovane extracomunitario".

UDINE

La Provincia di Udine dice 'si' all'uso terapeutico della canapa indiana: il Consiglio Provinciale del capoluogo friulano ha approvato oggi, a maggioranza, due mozioni per l' utilizzo controllato della droga leggera come sostanza capace di alleviare il dolore e gli effetti collaterali delle cure per malattie come i tumori, l'aids, la sclerosi multipla. Sollecitazioni al governo a discutere una legge specifica. Le due mozioni impegnano l'amministrazione provinciale a sollecitare la Regione Friuli-Venezia Giulia affinche' il Governo avvii una discussione per il varo di una legge specifica e affinche' utilizzi le proprie competenze primarie in materia di sanita' sia per raccogliere la documentazione scientifica internazionale gia' esistente, sia per promuovere una sperimentazione clinica. La Provincia di Udine, inoltre, avviera' una collaborazione con la Facolta' di Agraria dell'Universita' del capoluogo friulano per creare un programma di ricerca per la coltivazione della canapa, per poter cosi' controllarne qualita' e livello di principio attivo.

aggiornamento ore 17.00

Palestina

Si allarga l'inchiesta della polizia sul traffico di armi e munizioni vendute da soldati israeliani a palestinesi: un maggiore della riserva e' stato arrestato ieri, ma lo si e' appreso solo oggi, in seguito alle confessioni di altri cinque militari che erano stati ugualmente arrestati nei giorni scorsi. Lo ha riferito l' agenzia di stampa israeliana Itim. L'agenzia ha precisato che l'arresto del maggiore Yaakov Uliel (21 anni), residente ad Ashdod (a sud di Tel Aviv), e' stato convalidato stamane dal magistrato. Secondo la polizia, il maggiore della riserva avrebbe venduto migliaia di proiettili ad altri cinque soldati israeliani, residenti negli insediamenti ebraici di Adura e Telem (vicino Hebron, nel sud della Cisgiordania) e a loro volta arrestati negli ultimi quattro giorni, con l'accusa di averli rivenduti a trafficanti palestinesi. Il primo a essere arrestato, domenica scorsa, e' stato Moshe Cohen, sorpreso con mille proiettili a bordo della sua auto. Altri due soldati israeliani sono stati ugualmente arrestati ieri a Kfar Sava (vicino Tel Aviv), con l'accusa di aver tentato di rubare armi dalla locale base della guardia civile per poi rivenderle a trafficanti arabi nel sud di Israele.

Roma

Tombe prese a martellate, colpite lapidi, cappelle e colonne. Una trentina in tutto, nell'area ebraica del cimitero del Verano a Roma. E' lo spettacolo che i Vigili Urbani si sono trovati davanti questa mattina, chiamati per intervenire da un visitatore del cimitero. Lo sfregio alle tombe e' avvenuto questa notte. Il corpo contundente con il quale sono state colpite lapidi, colonne, candelabri posti sopra le tombe e anche alcune croci potrebbe essere un martello, ma anche un bastone o un piccone. Nessuna bara e' stata profanata, dal luogo non sarebbe stato portato via nulla e non ci sono scritte antisemite.

Foggia

Un sistema di telecamere a circuito interno, installate nei corridoi e nell'aula magna del Liceo Scentifico 'A.Volta' di Foggia, dovra' essere rimosso. Lo ha deciso il giudice del lavoro del tribunale di Foggia che ha accolto un ricorso per comportamento antisindacale avanzato dai segretari provinciali della Cgil Il giudice del lavoro ha ordinato al dirigente scolastico l'immediata rimozione dell'impianto audiovisivo e ha disposto che, nelle more, nessuna attivita' lavorativa venga espletata nelle zone interessate dal campo di ripresa. Il giudice - ha detto il segretario provinciale della Cgil - ha riconosciuto le nostre motivazioni secondo le quali le telecamere, visto il loro posizionamento, non erano state installate per motivi di sicurezza ma per controllare il personale.

Napoli

Due gruppi distinti di disoccupati aderenti al coordinamento di Lotta per il lavoro, alla Lista di Acerra ed Eurodisoccupati napoletani hanno bloccato il transito dei treni della metropolitana regionale sia ad Acerra che in una delle stazioni cittadine di Napoli. Le sigle di senza lavoro stamani avevano richiesto di essere autorizzate solo per un corteo che si sarebbe diretto verso l'ufficio territoriale di governo a Piazza del Plebiscito, corteo autorizzato dalla Questura di Napoli e in corso di svolgimento. Solo nel primo pomeriggio sono stati rimossi i blocchi sui binari dei treni metropolitani alla stazione di Acerra e nelle stazioni cittadine di piazza Cavour e Museo.

Londra

Uno studio britannico ha scoperto che in persone in determinate condizioni di salute particelle di verdure transgeniche ingerite "passano" intatte per l'intestino.

LONDRA - Il Dna modificato può passare dalle verdure Ogm all'uomo. Per la prima volta un gruppo di ricercatori britannici ha scoperto che, in condizioni particolari, materiale geneticamente modificato proveniente da vegetali transgenici ha trovato una "via" per passare all'uomo attraverso i batteri dell'intestino. Benchè il materiale modificato in molti cibi Ogm non presenti rischi per la salute, molti di questi vegetali "biotech" possiedono alcuni geni che influiscono sulla resistenza agli antibiotici. Se, come riferisce lo studio dei ricercatori dell'Università di Newcastle pubblicato sul Guardian, questi geni possono arrivare allo stomaco umano, la resistenza dell'uomo a questi farmaci potrebbe essere alterata.

La ricerca, commissionata dalla Food standard agency, è la prima al mondo che ha testato cibo Ogm su volontari umani. Ed è stata definita pura dinamite dall'associazione Friends of Earth,nonostante i committenti ne abbiano ridimensionato i risultati: il passaggio di materiale transgenico non è avvenuto in condizioni normali. I ricercatori, infatti, hanno coinvolto 7 volontari che erano stati sottoposti, in precedenza, alla rimozione del basso intestino, e ora usano il 'sacchetto'. Dopo averli nutriti con un burger alla soya Ogm e un frullato, i ricercatori hanno confrontato le loro feci con quelle di 12 persone sane. Così hanno scoperto che una proporzione relativamente ampia di Dna geneticamente modificato era "sopravvissuta" al primo passaggio nello stomaco. Nulla di simile era accaduto, invece, nei volontari sani.

Per scoprire se il Dna Ogm era trasmigrato "via batterio" all'intestino, gli studiosi ne hanno prelevato un campione da ciascun 'sacchetto' e lo hanno coltivato in laboratorio. In tre dei 7 campioni sono stati scoperti microrganismi con un gene resistente agli erbicidi. I transgeni, benchè sopravvivano al passaggio nell'intestino umano, appaiono completamente degradati nel colon, precisano i ricercatori.

Secondo Michael Antonio, genetista molecolare della King's College Medical School di Londra, si tratta di un lavoro significativo. Dimostra che si può modificare laresistenza agli antibiotici, anche se a livelli molto bassi, con un solo pasto. Ma per la Fsa la ricerca mostra che in condizioni reali, con volontari umani nessun materiale sopravvive al passaggio attraverso l'intero tratto digerente.

Gr Flash di giovedi 18 luglio - ore 12.30

USA - Jeremy Morse, il poliziotto di Ingleewood incriminato per violenza dopo il pestaggio operato su un sedicenne di colore, è stato sospeso dal servizio. Morse si consegnerà oggi al tribunale per affrontare l'accusa di aggressione, aggravata dalla sua qualità di tutore dell'ordine, secondo quanto ha detto il suo avvocato John D. Barnett. Il 7 luglio scorso l'agente, arrestando il sedicenne Donovan Jackson, lo sottopose a un vero e proprio pestaggio, sbattendolo più volte contro l'auto della polizia e colpendolo ripetutamente alla testa. Il video dell'episodio è stato tramesso più volte da tutte le televisioni americane.

ARGENTINA - vI LEGGIAMO ORA un comunicato riguardante minacce subite da studenti in Argentinba, presenti sul sito di indymedia argentina e ora anche su quello di Indymedia Italia. Sembra che i secundarios (studenti della secondaria, liceo, ndr) siano al centro di nuove minacce e persecuzioni, che si vanno a sommare ai casi di Moreno e Falcone, per le lotte che gli studenti stanno portando avanti. Due studentesse della scuola Normal 3, che partecipano alla formazione del Centro de Estudiantes e della Zonal di SanTelmo, sono state minacciate telefonicamente. Un altro studentede che pure partecipa al collettivo del centro, è stato bloccato per la strada da due individui, che, dopo averlo chiuso, lo hanno minacciato ricordandogli minacciosamente le torture degli anni 70, durante la feroce dittatura,

E ancora riguardo all'Argentina. Sempre sul sito di Indi media Italia è presente un articolo di Paco López Bielsa, dove viene descritto come funziona la polizia della provincia di Buenos Aires, la denominata 'Bonaerense', responsabile anche dell'assassinio dei due giovani piqeteros ad Avellaneda, e che viene presentata come un'organizzazione mafiosa. La Bonarense funziona così: 1. Ogni commissariato è un’organizzazione per riscuotere denaro dal gioco clandestino, dalla prostituzione e dal narcotrafico, la protezione a bingo e casinò, ai pirati della strada e quante altre attività delinquenziali venga attuata. 2. Il commissario è la testa dell’organizzazione, mentre il “responsabile della riscossione” è il cosiddetto “ufficiale della strada”. Tutti sanno che il tenore di vita degli alti ufficiali è incompatibile con i loro stipendi, cosa che si vede anche negli uffici dei commissari, dove i il lussuoso arredo e il mobilio stonano con il resto dell’edificio. 3. Gran parte del ricavato si distribuisce mensilmente secondo una scala gerarchica. 4. Con grande sapienza, parte del ricavato si distribuisce internamente per “funzionamento ed azione sociale”, cioè si pagano alcune riparazioni ed il carburante per le macchine, giacché i fondi provinciale non bastano o non arrivano mai; inoltre si assiste al personale più bisognoso mediante anticipi sugli stipendi, rimborso medicinali, materiali scolastici per i figli. In questo modo si garantisce l’omertà, “il silenzio della famiglia della polizia”.

GUATEMALA - Risarcire in denaro gli ex combattenti delle Pattuglie di autodifesa civile (Pac), attive durante il conflitto interno, è del tutto illegale. Lo denuncia il Centro per la difesa della Costituzione (Cedecon), precisando che in base all’articolo 155 della Carta nazionale, gli ex ‘paras’ non possono ricevere indennità ‘per il servizio reso alla patria’. Ma non solo. Secondo il Cedecon, l’imposizione di una tassa, ordinaria o straordinaria, per finanziare il risarcimento degli ex paramilitari "non è giustificabile". "Il Congresso non ha il diritto di sottrarre ai cittadini una parte del proprio patrimonio attraverso imposte mirate a soddisfare le esigenze di singoli gruppi o individui".Nonostante le aspre critiche levatesi dai settori dell’opposizione e dai movimenti a tutela dei diritti umani, l’esecutivo del presidente Alfonso Portillo ha acconsentito a compensarli, con somme ancora da stabilire. A più riprese l’opposizione ha rilevato che gli ex paramilitari stanno solo reclamando quello che il Frg (Fronte rivoluzionario guatemalteco), il partito al potere, aveva promesso loro alle ultime elezioni generali in cambio di voti. Le Pac, ufficialmente smantellate a seguito degli accordi di pace del 1996, sono accusate di aver perpetrato innumerevoli crimini durante la guerra civile.

Dall'Italia TOBIN TAX - Oggi a Montecitorio si festeggiano i sei mesi di campagna per la 'Tobin tax' e le 153mila firme raccolte da 212 comitati sorti in tutta Italia. Si tratta di un'iniziativa lanciata dal 'Comitato italiano per la Tobin Tax' - ATTAC, per frenare le operazioni finanziarie internazionali di carattere speculativo, e che dovrebbe andare a vantaggio dello sviluppo sociale soprattutto del Sud del mondo. Dal nome del premio Nobel che la propose, la 'Tobin tax' lanciata per la prima volta nel 1972, ha lo scopo di disincentivare le transazioni finanziarie a breve termine, utilizzate quasi sempre per fini speculativi, attraverso l'applicazione di un'aliquota molto bassa. Nella giornata odierna verranno consegnate le firme a Roma mentre non è ancora cominciata la conferenza stampa che si deve tenere questa mattina a Montecitorio. Da lì ci hanno infatti fatto sapere che stanno aspettando l'arrivo di altri membri di ATTAC provenienti da tutta Italia.

GENOVA - Non solo Genova, ma anche Bari, Pistoia, Roma e altre citta'. Anche se, alle violenze subite a Genova dai ragazzi fermati durante il G8, ovviamente, e' dedicato il paragrafo piu' lungo. Si tratta del capitolo sulle violenze che sarebbero state commesse in questure, commissariati e caserme dei carabinieri, dell'Inchiesta di Antigone sulle carceri italiane, presentata nei giorni scorsi. Un capitolo che parte proprio da Genova, ricordando come, durante il G8 le forze dell'ordine siano state accusate "con ampia documentazione dei media, di pestaggi, violenze, brutalita' nei confronti dei manifestanti sia durante lo svolgimento del corteo sia durante la perquisizione straordinaria nella scuola dove risiedevano gruppi di manifestanti". Dalle inchieste della procura all'intervento di Amnesty. Concluso il G8, spiega il dossier, "la procura di Genova ha aperto 8 inchieste. Sono stati coinvolti anche diversi funzionari di Polizia. E' stato sciolto il reparto celere di Roma coinvolto nei fatti. Antigone si e' rivolta al Comitato europeo per la prevenzione della tortura. Amnesty Internacional ha chiesto una commissione internazionale indipendente che indaghi sui fatti". Nel dossier altri casi avvenuti in Italia. Non c'e' solo Genova pero' nell'inchiesta di Antigone: il dossier parla, ad esempio, del caso di un uomo di 38 anni, morto il 16 agosto del 2000 dopo un volo di 15 metri da una finestra del quinto piano della questura di Bari, "passando attraverso tre inferriate orizzontali e tre verticali". Una morte archiviata come suicidio. E poi ancora a Matera: un ragazzo fermato in centro da una pattuglia della polizia mentre, ubriaco, infastidisce i passanti. Venti minuti dopo, per il dossier, "e' ricoverato all'ospedale cittadino: gli viene diagnosticata la frattura del setto nasale. Muore il giorno dopo per trauma cranico ed emorragia cerebrale". Viene aperta un'inchiesta e l'ispettore finito sotto accusa, dopo aver scelto il rito abbreviato, e' condannato in primo grado a 5 anni e 4 mesi di reclusione per omicidio preterintenzionale, interdizione perpetua dai pubblici servizi e un risarcimento di 250 milioni di danni ai familiari. C'e' poi il caso di Pistoia, dove tre agenti della Polizia, nel marzo del 2001, sono stati arrestati "per aver pestato in questura cinque ragazzi a seguito di controlli di routine. L'accusa e' lesioni gravi, falso e calunnia". E Roma, dove nel marzo del 2001 e' stato rinviato a giudizio, con l'accusa di eccesso colposo di legittima difesa, il poliziotto "che ha ucciso un giovane marocchino durante un inseguimento"; nello stesso mese tre carabinieri vengono indagati per la morte di un giovane marocchino "trovato morto con il cranio sfondato lungo l'autostrada Roma-Civitavecchia"; nel maggio dello stesso anno due agenti vengono rinviati a giudizio "per aver usato violenza nei confronti di un giovane extracomunitario".

UDINE - La Provincia di Udine dice 'si' all'uso terapeutico della canapa indiana: il Consiglio Provinciale del capoluogo friulano ha approvato oggi, a maggioranza, due mozioni per l' utilizzo controllato della droga leggera come sostanza capace di alleviare il dolore e gli effetti collaterali delle cure per malattie come i tumori, l'aids, la sclerosi multipla. Sollecitazioni al governo a discutere una legge specifica. Le due mozioni impegnano l'amministrazione provinciale a sollecitare la Regione Friuli-Venezia Giulia affinche' il Governo avvii una discussione per il varo di una legge specifica e affinche' utilizzi le proprie competenze primarie in materia di sanita' sia per raccogliere la documentazione scientifica internazionale gia' esistente, sia per promuovere una sperimentazione clinica. La Provincia di Udine, inoltre, avviera' una collaborazione con la Facolta' di Agraria dell'Universita' del capoluogo friulano per creare un programma di ricerca per la coltivazione della canapa, per poter cosi' controllarne qualita' e livello di principio attivo.

TRAPANI - Il sottosegretario agli interni Alfredo Mantovano, in visita ieri a Trapani, ha annunciato che entro il 2003 verrà costruito un «nuovo centro di accoglienza per clandestini» nella città. Mantovano ha inoltre assicurato che verrà ridisegnata la pianta organica della questura e inviati nuovi agenti per «fronteggiare l'emergenza clandestini». Queste le parole di Mantovano riportate sul sito di indymedia Italia.

VENDITA DI ARMI - La commissione per i Diritti Umani del Senato ha espresso IERI parere favorevole in merito all'art. 3 del ddl 1547 (ex 1927 alla Camera). Questo articolo, introduce una modifica alla LEGGE 185/90 in tema di commercio di armamenti, proibendo la vendita di armi unicamente, solamente ai paesi i cui governi si siano resi responsabili di gravi violazioni dei diritti umani. Per tutti gli altri paesi viene quindi permessa la vendita.

ITALIA - Italia stato di polizia

TRAPANI - Il sottosegretario agli interni Alfredo Mantovano, in visita ieri a Trapani, ha annunciato che entro il 2003 verrà costruito un «nuovo centro di accoglienza per clandestini» nella città. Mantovano ha inoltre assicurato che verrà ridisegnata la pianta organica della questura e inviati nuovi agenti per «fronteggiare l'emergenza clandestini». Queste le parole di Mantovano riportate sul sito di indymedia Italia.

VENDITA DI ARMI - La commissione per i Diritti Umani del Senato ha espresso IERI parere favorevole in merito all'art. 3 del ddl 1547 (ex 1927 alla Camera). Questo articolo, introduce una modifica alla LEGGE 185/90 in tema di commercio di armamenti, proibendo la vendita di armi unicamente, solamente ai paesi i cui governi si siano resi responsabili di gravi violazioni dei diritti umani. Per tutti gli altri paesi viene quindi permessa la vendita.

UDINE - La Provincia di Udine dice 'si' all'uso terapeutico della canapa indiana: il Consiglio Provinciale del capoluogo friulano ha approvato oggi, a maggioranza, due mozioni per l' utilizzo controllato della droga leggera come sostanza capace di alleviare il dolore e gli effetti collaterali delle cure per malattie come i tumori, l'aids, la sclerosi multipla. Sollecitazioni al governo a discutere una legge specifica. Le due mozioni impegnano l'amministrazione provinciale a sollecitare la Regione Friuli-Venezia Giulia affinche' il Governo avvii una discussione per il varo di una legge specifica e affinche' utilizzi le proprie competenze primarie in materia di sanita' sia per raccogliere la documentazione scientifica internazionale gia' esistente, sia per promuovere una sperimentazione clinica. La Provincia di Udine, inoltre, avviera' una collaborazione con la Facolta' di Agraria dell'Universita' del capoluogo friulano per creare un programma di ricerca per la coltivazione della canapa, per poter cosi' controllarne qualita' e livello di principio attivo.


Gr Flash di giovedi 18 luglio - ore 11.00

PALESTINA - Almeno tre MILITANTi palestinesi sono rimasti uccisi nella tarda serata di ieri durante scontri a fuoco con le forze di sicurezza israeliane avvenuti in Cisgiordania. Lo hanno confermato fonti dell'una e dell'altra parte, secondo cui due delle vittime sono cadute sotto i colpi avversari in un villaggio nel nord del territorio autonomo; entrambi appartenevano alle"Brigate dei Martiri di al-Aqsa", braccio armato di "al-Fatah". E ieri, caccia israeliani hanno attaccato il campo profughi palestinese di al-Amari, a Ramallah. Così oltre a tre palestinesi rimasti uccisi dall'esplosione, altre nove persone sono rimaste ferite . Secondo fonti mediche, potrebbe trattarsi di un proiettile di carro armato o di un missile. Mentre E’ di 7 morti e 40 feriti il bilancio definitivo dell’azione di ieri sera a Tel Aviv. Due kamikaze palestinesi si sono fatti esplodere in un caffè non lontano della vecchia stazione degli autobus. L’azione è stata rivendicata dalla Jihad islamica. E in risposta all'azione a di ieri sera a Tel Aviv, il ministro della Difesa israeliano Benjamin Ben-Eliezer ha ordinato il coprifuoco in sette delle otto principali città della Cisgiordania. Secondo quanto riferisce un comunicato del ministero, le città dovrebbero venire occupate anche dai carri armati israeliani. E il governo Israeliano ha anche sospeso temporaneamente i negoziati tra il ministro degli esteri Peres e i rappresentanti dell’autorità nazionale palestinese.

SUDAFRICA- Il ministro della Salute del Sudafrica, Manto Tshabalala-Msimang, ritarda volontariamente l'accettazione dei finanziamenti stanziati per la lotta all'Aids, la tubercolosi e la malaria. A denunciarlo è l'arcivescovo di Cape Town Ndungane, secondo cui il ministro della Salute sarebbe responsabile di ritardare lo stanziamento di 60 milioni di euro promessi dal Global Fund per combattere l'Hiv nella provincia di KwaZulu -Natal, la più colpita dal virus. Il ritardo è stato scoperto durante la 14 esima conferenza mondiale sull'Aids di Barcellona e ora vengono chieste le dimissioni del ministro.

PARAGUAY - Il presidente paraguayano Luis González Macchi ha revocato ieri sera lo ‘stato d’eccezione’ decretato lunedì scorso a seguito delle proteste costate la vita a due persone, il ferimento di altre 100 e almeno 300 arresti. Il capo dello Stato ha ribadito che non lascerà il potere fino al 2003, convocando le elezioni per il 29 aprile del prossimo anno. Il presidente non ha esitato ad imputare all’ex leader golpista Lino Oviedo, rifugiato in Brasile dal 1999, la responsabilità della mobilitazione indetta per sollecitare le sue dimissioni. Anche se secondo altri le proteste potrebbero essere dovute a una spontanea indignazione e disperazione per le condizioni economiche del paese e per la corruzione del gioverno del presidente Macchi.

OGM - Ricercatori scientifici inglesi, scrive il Guardian di oggi, hanno dimostrato per la prima volta che organismi geneticamente modificati provenienti dalle coltivazioni, stanno trovando una strade verso l'intestino umano attraverso i batteri, ponendo seri problemi di salute. Fino ad oggi, sebbene non fosse stato dimostrato che gli OGM ponessero problemi di salute, in molte delle sementi geneticamente modificate erano stati immessi geni trattati con antibiotici, almeno al primo stadio del loro svilupppo. La ricerca condotta dall'università di Newcastle, richiesta dalla FSA (food standards agency) è la prima condotta sugli OGM con cavie umane. I suoi risultati sono stati definiti dalla FSA "insignificanti", mentre gli Amici della Terrra hanno parlato di "risultati esplosivi". E Vandana Shiva, presente in questi giorni in Italia , sferra un duro attacco alle biotecnologie applicate all'agricoltura e alle grandi concentrazioni private che le utilizzano.Per avere del buon cibo non servono l'ingegneria genetica e gli Organismi geneticamente modificati ma piuttosto i consigli e le ricette delle nostre antenate. La Scienziata e filosofa, è fondatrice di istituti di ricerca e movimenti che in India si battono a fianco degli agricoltori e le comunita' locali contro la 'nuova colonizzazione' delle industrie del biotech alimentare. Vandana Shiva ha sostenuto con forza la scelta di un ritorno all'armonia nell'agricoltura e nella societa': I semi mutanti - ha detto - producono culture mutanti che generano violenze e guerre. La Shiva ha illustrato gli effetti delle moderne tecnologie sull'agricoltura del suo Paese: I nuovi semi creano l'illusione di risolvere il problema della fame. E invece non lo risolvono ma la creano, perch e' costringono molti piccoli agricoltori a indebitarsi per acquistarli.

Dall'Italia TORINO - Questa mattina e' stato rioccupato il Vespaio Squat Park sulla collina torinese sgomberato dopo 16 ore di assedio due settimane fa. Al momento i ragazzi sono sul tetto con i digos che cercano di acchiapparli con le solite minacce e derubandoli di cibo e acqua, la situazione e' calda. cOSì SI LEGGE SULLA NOTA PRESENTE SUL SITO DI INDYMEDIA ITALIA, ALLE ORE 10.05.

TOBIN TAX - Oggi a Montecitorio si festeggiano i sei mesi di campagna per la ‘Tobin tax’ e le 153mila firme raccolte da 212 comitati sorti in tutta Italia. Si tratta di un’iniziativa lanciata dal ‘Comitato italiano per la Tobin Tax’ per frenare le operazioni finanziarie internazionali di carattere speculativo, e che dovrebbe andare a vantaggio dello sviluppo sociale soprattutto del Sud del mondo. Dal nome del premio Nobel che la propose, la ‘Tobin tax’, lanciata per la prima volta nel 1972, ha lo scopo di disincentivare le transazioni finanziarie a breve termine, utilizzate quasi sempre per fini speculativi, attraverso l'applicazione di un'aliquota molto bassa. Nella giornata odierna verranno consegnate le firme a Roma e si terrà una conferenza stampa alle ore 11:00 a piazza Montecitorio.

Gr Flash di giovedi 18 luglio - ore 9.30

PALESTINA - Almeno tre MILITANTi palestinesi sono rimasti uccisi nella tarda serata di ieri durante scontri a fuoco con le forze di sicurezza israeliane avvenuti in Cisgiordania. Lo hanno confermato fonti dell'una e dell'altra parte, secondo cui due delle vittime sono cadute sotto i colpi avversari in un villaggio nel nord del territorio autonomo; entrambi appartenevano alle"Brigate dei Martiri di al-Aqsa", braccio armato di "al-Fatah". E ieri oltre a due palestinesi rimasti uccisi da una potente esplosione nel campo profughi di al-Amari, a Ramallah, in Cisgiordania, altre nove persone sono rimaste ferite dall'esplosione, la cui natura non è stata accertata. Secondo fonti mediche, potrebbe trattarsi di un proiettile di carro armato o di un missile. Mentre E’ di 5 morti e 32 feriti il bilancio definitivo dell’azione di ieri sera a Tel Aviv. Due kamikaze palestinesi si sono fatti esplodere in un caffè non lontano della vecchia stazione degli autobus. La polizia israeliana, ha riferito che nell’esplosione sono morti un israeliano e due lavoratori immigrati, oltre agli stessi kamikaze palestinesi. L’attentato è stato rivendicato dalla Jihad islamica.

IRAQ - Per il segretario di Stato americano Colin Powell il rovesciamento del GOVERNO di Saddam Hussein "è una questione di sicurezza", prima ancora che di principio. Questo ha detto nel corso di una intevista. Powell ha ricordato che il presidente George W. Bush, che s'è impegnato a rovesciare Saddam, "non ha ancora deciso la strada da seguire e se ricorrere ai militari. Ma, se sarà necessario, lo farà". Il segretario di stato ha pure ricordato le consultazioni in corso riguardo all'Iraq con alleati e partner, avvertendo, però, che "se abbiamo una posizione di principio, e se pensiamo che una cosa vada fatta, allora la faremo".

KASHMIR- Nello stato indiano del Jammu e Kashmir le forze di sicurezza hanno circondato una moschea dentro alla quale sono asserragliati quattro ribelli separatisti musulmani, riusciti in precedenza a sottrarsi alla cattura in un'abitazione di Banihal. Lo hanno reso noto fonti della polizia locale, secondo cui l'assedio ha avuto inizio dopo che i miliziani erano riusciti a seminare gli inseguitori fuggendo da una casa all'altra fino a raggiungere la moschea. Quella di cercare rifugio nelle moschee è una tattica difensiva consolidata da parte dei guerriglieri indipendentisti kashmiri, che puntano a creare un proprio stato separato nella regione himalayana. L'India li accusa invece di volersi unire al Pakistan, che li appoggerrebbe con armi e finanziamenti.

ARGENTINA - L'ex generale Leopoldo Fortunato Galtieri, che fu presidente dell'Argentina negli anni della dittatura, si è rifiutato IERI di deporre nell'ambito della causa in cui, insieme ad altri 40 ex militari, è accusato del sequestro e dell'uccisione di una ventina di militanti 'montoneros', la guerriglia peronista. Lo hanno reso noto fonti giudiziarie. Subito dopo, l'ex generale è stato trasferito in un'unità militare dove è stato posto gli arresti domiciliari. E' questa la prima volta che Galtieri viene arrestato per una causa relativa ai 'desaparecidos'. In precedenza era stato processato per il suo comportamento durante il conflitto per l'arcipelago delle Malvine contro la Gran Bretagna, da lui stesso dichiarato.

USA - E' stato accusato di aggressione e violenze l'agente di polizia bianco che, sabato 6 luglio, PICCHIò, durante un arresto, un ragazzo nero di 16 anni, a Inglewood, nei pressi di Los Angeles. La scena venne ripresa da un videoamatore e le immagini, diffuse da tutte le tv degli Stati Uniti, suscitarono indignazione e proteste nella comunità nera e non solo. L'agente, Jeremy Morse, era stato subito sospeso, sia pure senza perdere la retribuzione, in attesa che le inchieste facessero il loro corso. Il suo avvocato ha detto che Morse si consegnerà alla polizia nelle prossime ore.

FIRENZE - Per oggi 18 luglio è stata fissata, presso il Tribunale di Firenze, l'udienza preliminare davanti al GIP per la MANIFESTAZIONE CONTRO LA GUERRA NATO NEI BALCANI del 1999. 15 i processati per "resistenza, violenza, lesioni a pubblico ufficiale, blocco stradale". Del processo ce ne ha parlato ieri Lorenzo del Movimento Antagonista Toscano, raggiunto telefonicamente.

gror180702 (last edited 2008-06-26 09:52:37 by anonymous)