Differences between revisions 11 and 12
Revision 11 as of 2007-04-03 17:31:11
Size: 15359
Editor: anonymous
Comment:
Revision 12 as of 2007-04-03 17:34:50
Size: 16162
Editor: anonymous
Comment:
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 13: Line 13:

'''SFRATTO CONSULTORIO PAVONA'''

Sembra impossibile, ma stanno sfrattando il consultorio di Pavona, comune di Albano. Il proprietario dei locali ha mandato l’ufficiale giudiziario. La ASL RMH non paga l’affitto (si dice 3.000 euro, o di più…) da un anno. Lo sfratto è per il 9 maggio. La storia però è molto più lunga: è dal 1997 che, in un modo o nell’altro, si cerca di eliminare dal territorio di Pavona (quasi 10 mila residenti) la sede consultoriale. Ogni volta però l’assemblea delle donne dei consultori ASL RMH, con la partecipazione di tantissime utenti e le operatrici, ha impedito che questo si realizzasse. Anche stavolta, la risposta delle donne alla provocazione della dirigenza sanitaria è stata immediata:il consultorio di Pavona non si sfratta!
'''AUDIO'''

Anchor(top)

[:rorinterattiva: Home page Ror interattiva]

[#appunti Appunti e note redazionali]

[:RorFonti: Fonti]

Gr 19:30

SFRATTO CONSULTORIO PAVONA

Sembra impossibile, ma stanno sfrattando il consultorio di Pavona, comune di Albano. Il proprietario dei locali ha mandato l’ufficiale giudiziario. La ASL RMH non paga l’affitto (si dice 3.000 euro, o di più…) da un anno. Lo sfratto è per il 9 maggio. La storia però è molto più lunga: è dal 1997 che, in un modo o nell’altro, si cerca di eliminare dal territorio di Pavona (quasi 10 mila residenti) la sede consultoriale. Ogni volta però l’assemblea delle donne dei consultori ASL RMH, con la partecipazione di tantissime utenti e le operatrici, ha impedito che questo si realizzasse. Anche stavolta, la risposta delle donne alla provocazione della dirigenza sanitaria è stata immediata:il consultorio di Pavona non si sfratta! AUDIO

sono arrivati all'alba camionette che sembravano volessero sgombrare, sono entrati chiedendo di andarsene, poichè il 21 aprile c'è inaugurazione spazio d'arte del comune nell'ex mattatoio, il campo è stato assegnato al comune, nel frattempo la riqualificazione del quartiere sta portando università, locali a fare pressioni sul campo che ospita bambini iscitti alle scuole di quartiere, e l'anno scolastico deve ancora finire, gli abitanti del campo usufruiscono dei servizi del quartiere. l'invito del comune è quello che di trasferirsi presso il non campo di saxa rubra, come da copione, all'arrivo della stampa le camionette si sono dileguate.nel mentre le ruspe hanno raso al suolo l'ex blue cheese dove c'era un'occupazione. I residenti chiedono di poter restare e di non essere trasfgeriti nel non campo di saxa rubra.

101 udienza – la sesta in cui si ascoltano i testi della difesa. Tre testimoni su due persone arrestate che hanno assistito all’arresto – hanno smentito la polizia Girato sull carica tolemaide

Prossima udienza venerdì – fino esaurimento testi difesa – metà maggio

Gatto selvaggio Sabato ore 16 – parco acquedotto alessandrino dove???

POLONIA la responsabile dei diritti per l'infanzia ha chiesto al governo di ha chiesto al governo di vietare ai gay e alle lesbiche le professioni che.implicano un contatto con i bambini, ma anche altre, dall' insegnamento allo sport. La proposta è sostenuta dalla Lega cattolica delle Famiglie Polacche, mentre la ministra per il lavoro e i temi sociali,vi si oppone affermando che la lista violerebbe i principi di uguaglianza e le libertà civili. Il Parlamento Europeo si prepara ad intervenire, quando la legge sraà ufficialmente presentata al parlamento polacco. Il governo polacco ha già presentato una proposta di legge in cui vieta la discussione sull'omosessualità nelle scuole in tutto il paese, sanzionando gli insegnanti che ne parlano con licenziamento, multe, e persino il carcere

Striscia di Gaza – delegazione italiana di 43 persone – andrà a Gerico Piccolo campionato maschile e femminile di calcio – 1 partita Università di Alaxa

Sommario

In primo Piano

Editoriale

NOTIZIE BREVI

ESTERI

ITALIA

Siparietto

boh, non so se si possono considerare notizie da GR! daria

101 udienza – la sesta in cui si ascoltano i testi della difesa. Tre testimoni su due persone arrestate che hanno assistito all’arresto – hanno smentito la polizia Girato sull carica tolemaide

Prossima udienza venerdì – fino esaurimento testi difesa – metà maggio

L'high-tech sempre più rosa in Italia.

Sono oltre 31.000 le imprese femminili attive in settori high-tech in Italia, quasi una ogni dieci aziende del settore. Oltre la metà (56,6%) è impegnata nell’informatica e quasi una su dieci si dedica alla fabbricazione di apparecchi medicali di precisione e strumenti ottici. La regione regina è la Lombardia dove si concentra una impresa femminile high-tech italiana su quattro (24,1%) mentre la più specializzata è la Sardegna, dove il 14% delle imprese hightech è in mano a donne. E le imprese in rosa dei settori più avanzati crescono in un anno del 3,1%, con picchi in Val d’Aosta (+9,7%), Lazio (+6,5%), Abruzzo (+6,4%) e Liguria (+6%).

Ciò emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati del Registro imprese al quarto trimestre 2006 e 2005.

Judy Chicago

Al National Museum of Women in the Arts di Washington, il 28 marzo serata speciale con la storica artista femminista Judy Chicago in occasione della pubblicazione della biografia di Gail Levin "Becoming Judy Chicago: A Biography of the Artist" (Harmony Books) e della contemporanea uscita del libro "The Dinner Party: From Creation to Preservation" (Merrel). Quest'ultimo volume è dedicato alla notissima opera di Judy Chicago "The Dinner Party", un invito a cena per onorare 1038 donne; fra le commensali, Saffo, Emily Dickinson e molte altre, ognuna con il proprio piatto-vulva.

caccia alle streghe

Una insegnantepratica il culto di Wicca e perde il posto a scuola Sommer De La Rosa è stata licenziata dalla scuola dove lavorava perché è «una strega bianca». Sommer, che ammette di praticare il culto di Wicca (una versione spirituale e religiosa della stregoneria) è stata allontanata dall'istituto, dove faceva l'assistente di classe, perché «insegnava agli alunni cose inappropriate». Ma la Sommer, che ha trascinato la scuola in tribunale, sostiene di non aver mai fatto alcun incantesimo a scuola, di non aver cercato di convertire nessuno studente (pratica vietatissima nella religione Wicca, che si oppone al proselitismo) e di non essere arrivata a bordo di una scopa volante. Quindi, sostiene la Sommer, le devono ridare il posto di lavoro. Il culto di Wikka conta circa 150 mila persone nel Regno Unito e più del doppio in America. La Sommer ha anche aggiunto di essersi offesa quando una maestra le ha imposto di togliersi un ciondolo con il pentagramma, uno dei simboli tradizionali del paganesimo. Sommer, che insegnava musica e educazione religiosa ora rivuole il posto, ma la scuola è contraria, dicendo che la donna arrivava in ritardo e insegnava cose molto dubbie ai suoi allievi. Il processo, nella cittadina di Hove, continua.


Gr 13:00

ITALIA

Sgombero Gatto Selvaggio

Sgomberato ieri il laboratorio occupato Gatto Selvaggio, nel quartiere di Tor Pignattara, occupato nel gennaio del 2006. Il collettivo degli occupanti ha indetto un'assemblea per sabato prossimo alle ore 16 al Parco degli Acquedotti. Sentiamo una corrispondenza con un occupante.

Sgombero campo boario Grandi pulizie al campo boario. Per far spazio a una grande mostra che si terra' a fine mese, sono stati invitati ad allontanarsi i rom che vivevano nel campo, e' stato sequestrato il tendone dello spazio boario e rase al suolo le "casette" che si trovavano nell'area, tra cui una che ospitava un progetto artistico. Sulle sorti dei rom che abitavano il campo avremo aggiornamenti successivamente. Intanto ascoltiamo una corrispondenza realizzata con una compagna questa mattina.

stamattina presto 3 aprile 2007 le forze dell'ordine preposte insieme ai vigili urbani dell'VIII gruppo sono presenti al campo rom di campo boario a testaccio dentro le strutture dell'ex mattatoio per sgomberare forzatamente i residenti dell'insediamento stesso. L'insediamento sta là da circa dieci anni non è un insediamento abusivo in quanto questa sistemazione è stata concordata all'epoca con l'amministrazione comunale e quella che allora si chiamava circoscrizione. In questo campo e su questo campo molte associazioni hanno lavorato oltre a quelle che si occupavano di scolarizzazione,pensiamo all'associazione Stalker che li e con i rom residenti ha preparato il porrajmos la giornata della memoria dell'olocausto ed ha organizzato visite guidate per le scuole elementari e medie del comune di Roma.Il campo veniva fatto visitare agli studenti come quasi un campo modello nell'ambito delle iniziative contro il razzismo Dentro questo insediamento abitano due sopravvissuti ai campi di sterminio inoltre vi abitano due portatori di handicap gravi .I bambini vanno tutti a scuola e la preside della scuola ha protestato contro questa decisione che impedisce di fatto agli alinni e alle alunne di terminare l'anno scolastico,anche un comitato di quartiere ha espresso contrarietà a questo sgombero ,Non vi sono quindi le premesse neanche formali per uno sgombero per problemi di intolleranza e ordine pubblico da parte dei cosidetti cittadini romani regolari,non c'è mai stata tensione nel quartiere anzi è un 'esperienza di integrazione se dobbiamo parlare come si esprimono gli addetti ai lavori. Lo sgombero avviene presumibilmente perchè il 21 aprile si inaugura una mostra di arte contemporanea e i quadri e le istallazioni devono avere un luogo dove stare cultura contemporanea contro esseri umani tra cui bimbi e bimbe che vanno a scuola e cercano di farsela una cultura. L'anno scorso alcuni di questi bambini ha ricevuto un premio da parte del sindaco di roma perche avevano ottenuto il diploma di terza media proprio la mattina successiva al cpt just in time allestito nell'undicesimo municipio per detenere e successivamente espellere in romania una trentina tra donne uomini e minori che vivevano accampati lungo le sponde del fium tevere.questo accadeva a dicembre.ad aprile invece un altro fulgido esempio di come sgomberi senza trovare soluzioni abitative siano la vera faccia di questa amministrazione comunale .

Sciopero della fame no coke a Civitavecchia

Il Movimento no coke Alto Lazio e' ormai da sei giorni in sciopero della fame per protestare contro il sempre più preoccupante inquinamento del territori.

Incendio alla Arena a Castelpiano'

Questa mattina intorno alle sei si è sviluppato un incendio all'interno dello stabilimento Arena di Castelpiano, in provincia di Ancona. Sembra che all'origine delle fiamme ci sia un corto circuito o comunque un problema ad un quadro elettrico. Ad alimentare il fuoco sono stati, in particolare, i contenitori di polistirolo e la plastica impiegata per il confezionamento delle carni Una densa colonna di fumo nero ha soffocato una lavoratrice di 59 anni, deceduta poco dopo, e si è estesa fino alla bassa Vallesina. Il timore che la nube potesse essere tossica ha diffuso panico tra gli abitanti del paese vicino. L'Arena di Castelplanio dà lavoro a circa 600 persone, solo per metà assunte con contratti a tempo determinato. Dopo aver espresso il cordoglio della città per la donna morta, il sindaco Luciano Pittori si è detto molto preoccupato per il futuro dell'azienda e il mantenimento dei posti di lavoro: "Stiamo valutando con la Regione e i sindacati come intervenire per far fronte alla situazione che si è creata".

ESTERI

Morales intende rinazionalizzare la Entel controllata da Telecom

La principale compagnia di telecomunicazioni della Bolivia, Entel, tornerà nelle mani dello stato. Il governo del paese sudamericano ha annunciato l'intenzione di rinazionalizzarla, strappandola alla Telecom Italia. Evo Morales, presidente boliviano, aveva già discusso la manovra con il governo italiano facendo una tappa a Roma, durante il suo recente viaggio in Giappone.

MALVINAS/FALKLAND: BUENOS AIRES CHIEDE RIAPERTURA NEGOZIATI

Il governo argentino è determinato a ottenere per vie diplomatiche la sovranità sull’arcipelago delle Malvinas/Falkland, lo ha ribadito il vice presidente Daniel Scioli durante la cerimonia commemorativa svoltasi ieri a Ushuaia, in Patagonia, per il 25° anniversario dello sbarco delle truppe argentine sull’arcipelago conteso alla Gran Bretagna, conclusosi con una sconfitta. Scioli ha pronunciato il discorso al posto del presidente Nestor Kirchner, che dopo aver a lungo esitato, ha deciso di non intervenire per non alimentare polemiche di "forze a lui ostili". “Né la guerra né il tempo cambieranno questa realtà : le Malvinas sono, sempre lo sono state, e saranno argentine” ha detto Scioli. “Al di là di una dittatura criminale ed improvvisata che agì con incompetenza” ha detto inoltre il vicepresidente davanti una piazza piena di ex combattenti e cittadini, riferendosi al governo militare guidato dal generale Leopoldo Galtieri che nel 1982 ordinò l’invasione delle Falkland, i soldati che combatterono nelle isole “mostrarono un enorme coraggio, che li ha trasformati in eroi per tutti noi”. Il conflitto, durato circa un mese, si concluse con la ritirata delle truppe argentine e la morte di oltre un migliaio di soldati, due terzi dei quali argentini. Sottolineando che non esiste più un’opzione militare per risolvere il contenzioso, Scioli ha rinnovato il richiamo alla Gran Bretagna perché “riprenda negoziati nel modo indicato dalle Nazioni Unite nei termini chiari e precisi della risoluzione del 1965, un documento in cui si fa riferimento all’obiettivo di porre fine a ogni forma di colonialismo. Piu' duro il ministro degli Esteri Taiana, che ha definito "arrogante" il comportamento di Londra e denunciato le commemorazioni della Gran Bretagna, che assomiglierebbero di piu' "a una parata militare. Il vice presidente Scioli ha inoltre fatto presente che il suo paese intende abbandonare la linea conciliante dei precedenti governi e agire con determinazione con ogni mezzo politico legittimo. Solo pochi giorni fa, Buenos Aires ha stralciato un accordo sottoscritto con Londra nel 1995 per la cooperazione nello sfruttamento e l’esplorazione di idrocarburi alle isole Malvinas/Falkland; in particolare ha stabilito per legge che le compagnie che dovessero operare per attività petrolifere o ittiche in acque britanniche contestate dall’Argentina, non potrebbero più fare affari in territorio argentino.

Crisi con la Gran Bretagna, Teheran rinvia a domani la conferenza stampa risolutrice

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha rinviato a domani la conferenza stampa annunciata per oggi a mezzogiorno, ora locale, che aveva fatto sperare in uno sblocco della crisi con la Gran Bretagna per i marinai catturati. A riferirlo è Skynews. Una decisione che arriva dopo che il capo negoziatore per la questione nucleare, Ali Larijani, aveva dichiarato ieri che l'Iran è intenzionata a trattare e a risolvere dunque la questione "per via diplomatica" senza bisogno di processare i marinai che Teheran accusa di sconfinamento illegale.

Una delle strade verso l'Uruguay bloccata dai manifestanti argentini

Da domenica scorsa i manifestanti stanno bloccando ogni via d'accesso all'Uruguay, per ribadire il loro no alle fabbriche di cellulosa, all'inquinamento, alla ferma posizione del governo di Vazquez che protegge le multinazionali della carta. Per la diplomazia di Buenos Aires e Montevideo sarà una vera e propria settimana di passione, visti gli scambi turistici che sono soliti avvenire in tempo di Pasqua. Il conflitto “cartiere sì, cartiere no” è lungi dall'essere risolto, nonostante il coinvolgimento internazionale. Per il 18 aprile è previsto un incontro Kirchner-Vazquez a Madrid, con il re di Spagna a tentare una difficile mediazione


Gr 9:30

ESTERI

ITALIA


Anchor(appunti)

Appunti e note redazionali

Servizi audio della giornata


[#top Torna a inizio pagina]

gror070403 (last edited 2008-06-26 09:50:24 by anonymous)